REGOLAMENTO ATTUAZIONE STATUTO

ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE NAZIONALE DEL COACHING

 

Art. 1) Iscrizione e Tesseramento.

Comma 1. Associati

L’Associazione Professionale Nazionale del Coaching è un’Associazione Professionale non regolamentata e senza scopo di lucro, costituita ai sensi della Legge 14 Gennaio 2013, con il fine di valorizzare la competenza degli Associati e garantire il rispetto delle regole deontologiche nel campo del Coaching, agevolando la scelta e la tutela degli utenti nel rispetto delle regole sulla concorrenza.

L’Associazione Professionale Nazionale del Coaching associa coloro che esercitano, in forma individuale, in forma associata, societaria, cooperativa o nella forma del lavoro dipendente, l’attività di Coaching, stabilendo annualmente l’ammontare della quota associativa di iscrizione.

La domanda di iscrizione all’Associazione Professionale Nazionale del Coaching deve essere indirizzata alla Segreteria Nazionale direttamente o tramite le Strutture Territoriali dell’Associazione.

 

Comma 2. Iscrizione persona fisica

Per l’iscrizione all’Associazione ed inserimento nella specifica Categoria di Studio dell’Elenco Professionale interno all’Associazione  il richiedente, persona fisica, deve compilare il “Modulo Unico Iscrizione” dichiarando sotto la propria responsabilità di possedere i requisiti previsti dallo Statuto, Regolamento e Codice di Condotta Professionale dell’Associazione.

 

L’iscrizione nell’Elenco degli Iscritti dell’Associazione, aggiornato annualmente, avviene previa delibera di accettazione della richiesta d’iscrizione da parte del Consiglio Direttivo Nazionale di concerto con la Segreteria Nazionale.

 

L’inserimento dell’iscritto nella Categoria di Studio, dell’Elenco Professionale interno dell’Associazione Professionale Nazionale del Coaching, viene effettuato dalla Segreteria Nazionale entro trenta giorni dalla data di superamento, con esito positivo, dell’esame scritto e orale previsto per ciascuna Categoria di Studio.

 

Il superamento da parte dell’Associato con esito positivo dell’esame, previsto per ciascuna Categoria di Studio, deve avvenire entro sei mesi dalla data della delibera di accettazione dell’iscrizione.

In caso di non superamento della prova d’esame l’Associato può sostenere nuovamente tale prova in una qualsiasi delle sessioni d’esame successive che si tengono con frequenza mensile.

Il mancato superamento con esito positivo di una delle sei sessioni d’esame previste nel semestre comporta la cancellazione dell’Associato, con delibera del Consiglio Direttivo Nazionale di concerto con la Segreteria Nazionale, dall’Elenco degli Iscritti dell’Associazione.

 

Comma 3. Adempimenti amministrativi

Il Consiglio Direttivo Nazionale si riserva la facoltà di accertamento dei requisiti dichiarati dal richiedente, previsti dallo Statuto, Regolamento e Codice di Condotta Professionale dell’Associazione, richiedendo all’interessato eventuale documentazione probatoria e/o attestante la sussistenza degli stessi requisiti.

 

L’accettazione della domanda di iscrizione viene deliberata dal Consiglio Direttivo Nazionale di concerto con la Segreteria Nazionale.

 

Contro la delibera del Consiglio Direttivo Nazionale di concerto con la Segreteria Nazionale, di accettazione o non accettazione dell’iscrizione oppure di perdita della condizione giuridica di Associato, è possibile proporre ricorso al Collegio dei Probiviri, entro 30 giorni dall’avvenuta comunicazione al richiedente o Associato della delibera del Consiglio Direttivo Nazionale.

La comunicazione della delibera del Consiglio Direttivo Nazionale viene effettuata mediante una o più delle seguenti modalità: avviso esposto nella sede sociale o portale web dell’Associazione, avviso inviato agli Associati via posta raccomandata A/R, via e-mail, pec o altra via web.

 

Il richiedente entro 15 giorni lavorativi dalla data di ricevimento della comunicazione di accettazione della richiesta d’iscrizione, deve effettuare il versamento della quota associativa annuale di iscrizione e comunicarne l’avvenuto pagamento alla Segreteria Nazionale; tale comunicazione può avvenire via e-mail, pec, altra via web, contatto telefonico Segreteria Nazionale o raccomandata A/R.

Il mancato pagamento della quota associativa annuale d’iscrizione, entro il quindicesimo giorno lavorativo dalla data di ricevimento della comunicazione di accettazione della richiesta d’iscrizione, comporta l’annullamento automatico della richiesta di iscrizione; in tale ipotesi il richiedente può presentare nuova richiesta d’iscrizione all’Associazione la cui accettazione o non accettazione sarà nuovamente deliberata dal Consiglio Direttivo Nazionale di concerto con la Segreteria Nazionale.

 

L’iscrizione del richiedente nell’Elenco degli Iscritti dell’Associazione Professionale Nazionale del Coaching viene effettuata dalla Segreteria Nazionale entro trenta giorni dalla data della delibera di accettazione da parte del Consiglio Direttivo Nazionale di concerto con la Segreteria Nazionale.

 

La cancellazione dell’Associato dall’Elenco degli Iscritti dell’Associazione, deliberata dal Consiglio Direttivo Nazionale di concerto con la Segreteria Nazionale, viene effettuata dalla Segreteria Nazionale entro trenta giorni dalla data della delibera.

 

All’Associato, regolarmente iscritto, la Segreteria Nazionale invia via e-mail la tessera di iscrizione annuale all’Associazione Professionale Nazionale del Coaching entro trenta giorni  dalla data di superamento con esito positivo dell’esame previsto.

 

Il numero personale di iscrizione all’Associazione Professionale Nazionale del Coaching, è indicato sulla tessera d’iscrizione.

 

L’iscrizione all’Associazione ha durata temporale pari a un anno solare decorrente dalla data di accettazione della domanda di iscrizione deliberata dal Consiglio Direttivo Nazionale, di concerto con la Segreteria Nazionale.

L’iscrizione si rinnova tacitamente al suo scadere per cui il relativo pagamento e comunicazione di avvenuto pagamento alla Segreteria Nazionale, della quota associativa annuale, devono essere effettuati entro 15 giorni dalla data della scadenza dell’iscrizione.

L’avvenuto rinnovo tacito dell’iscrizione non seguito da versamento e comunicazione versamento alla Segreteria Nazionale, da effettuarsi entro 15 giorni dalla data della scadenza dell’iscrizione, comporta l’annullamento automatico del rinnovo stesso; per cui non si è più iscritti all’Associazione, pur potendo effettuare nuova richiesta d’iscrizione all’Associazione.

Il non rinnovo dell’iscrizione occorre effettuarlo con comunicazione scritta e indirizzata alla Segreteria Nazionale entro 60 giorni dalla data della scadenza dell’iscrizione. La comunicazione scritta può avvenire con: e-mail, legal mail, altra via web, raccomandata A/R.

 

Comma 4. Iscrizione soggetti diversi dalla persona fisica

L’Ente/Azienda che intende iscriversi all’Associazione Professionale Nazionale del Coaching deve rivolgere domanda scritta indirizzata alla Segreteria Nazionale, corredata dai seguenti documenti:

  • Due esemplari dell’Atto Costitutivo e Statuto e Regolamento per l’Ente;
  • Due esemplari dell’Atto Costituivo, Statuto per l’Azienda,

 

Il richiedente, legale rappresentante dell’Ente/Azienda richiedente, deve compilare l’apposito “Modulo Iscrizione Ente/Azienda” previsto per i soggetti diversi dalle persone fisiche; accettando e rispettando quanto previsto dallo Statuto, Regolamento e Codice di Condotta Professionale dell’Associazione Professionale Nazionale del Coaching.

 

L’Ente/Azienda iscritto/a all’Associazione Professionale Nazionale del Coaching viene inserito/a nell’Elenco degli iscritti dell’Associazione con lo specifico status di “Ente/Azienda”.

 

L’iscrizione dell’Ente/Azienda all’Associazione Professionale Nazionale del Coaching cessa allorquando l’Ente/Azienda si renda responsabile di grave, ripetuta ed accertata inosservanza delle norme statutarie e del Regolamento e Codice di Condotta Professionale dell’Associazione Professionale Nazionale del Coaching e del mancato e ingiustificato assolvimento degli obblighi contributivi.

 

E’ vietato a qualsiasi Ente/Azienda iscritto/a all’Associazione Professionale Nazionale del Coaching utilizzare, ai sensi della L. 4/2013 il riferimento all’iscrizione all’Associazione quale marchio o attestato di qualità e di qualificazione professionale dei propri servizi.

 

L’Ente/Azienda iscritto/a all’Associazione non può accedere ad alcuna Categoria di Studio dell’Elenco Professionale interno dell’Associazione Professionale Nazionale del Coaching; essendo tali Categorie di Studio riservate esclusivamente alle persone fisiche.

 

Per quanto riguarda ogni tipo di adempimento amministrativo viene applicato anche per l’Ente/Azienda quanto disposto dal precedente Comma 3. del presente Art. 1) del Regolamento di Attuazione dello Statuto dell’Associazione.

 

Art. 2) Utilizzo servizi di segreteria e sedi per riunioni assembleari.

L’Associato regolarmente iscritto all’Associazione Professionale Nazionale del Coaching può utilizzare i locali della sede dell’Associazione al fine di usufruire dei servizi di segreteria e delle sedi per riunioni assembleari.

Per usufruire dei servizi di segreteria è obbligatorio prendere contatto telefonico o tramite portale web dell’Associazione con il responsabile di segreteria, comunicando preventivamente le singole necessità, al fine di evitare sovraffollamenti dei locali ed al fine di soddisfare al meglio ogni richiesta.

L’utilizzo delle sedi per riunioni assembleari non può avvenire per motivi personali dell’Associato, il quale può proporre approfondimenti di studio professionale collettivo finalizzati a ricerche scientifiche inerenti il Coaching, di concerto con la Segreteria Nazionale; pertanto, tale richiesta deve avvenire previo contatto telefonico con la Segreteria o tramite il portale web dell’Associazione, fornendo ogni notizia utile a tal fine alla Segreteria, la quale si riserva, di concerto con il Consiglio Direttivo Nazionale e con la Commissione Tecnico-Scientifica, di deliberare sull’iniziativa oggetto di richiesta da parte dell’Associato o Asssociati.

 

Art. 3) Trattamenti Economici.

Per lo svolgimento dei propri compiti l’Associazione può ricorrere a prestazioni di lavoro autonomo o dipendente anche ricorrendo ai propri Associati e, inoltre, riconoscere rimborsi spese.

Ogni specifico trattamento economico e rimborso spese viene deliberato all’occorrenza dal Consiglio Direttivo Nazionale.

 

Art. 4) Requisiti e Modalità che consentono l’iscrizione.

In riferimento all’articolo 3 dello Statuto, si precisa quanto segue.

Esame. L’esame è composto da una sessione scritta e da una orale, è previsto nelle seguenti modalità e forme:

  • Scritto: test a riposta multipla con 20 domande chiuse, sulle materie oggetto dei corsi necessari per il conseguimento del livello di studio richiesto. Il tempo massimo a disposizione per rispondere alle domande è stabilito in 2 ore. L’esame si intende superato, con esito positivo, se vengono date almeno 12 risposte esatte. Le domande saranno scelte dalla Commissione Tecnico- Scientifica dell’Associazione;
  • Orale: da sostenere solo se si è superato l’esame scritto, consistente in un colloquio con una commissione d’esame composta da 3 persone con il titolo di “Formatore in Coaching”, l’esame si intende superato se almeno 2 membri su 3 della Commissione ritengono superato il colloquio con esito positivo.

L’esame deve essere prenotato tramite il portale dell’Associazione, o contattando telefonicamente la Segreteria Nazionale, entro 30 giorni dalla data della sessione di esame che si desidera sostenere.

Nell’ipotesi di non superamento della prova d’esame il candidato può sostenere nuovamente l’esame della sessione successiva.

 

Commissione Esame.

La Commissione d’Esame è composta da 3 componenti nominati dal Consiglio Direttivo Nazionale su indicazione della Commissione Tecnico-Scientifica.

La Commissione d’Esame ha una durata annuale a partire dalla data di nomina. I componenti della Commissione d’Esame sono rieleggibili e devono possedere i requisiti previsti dallo Statuto, Regolamento e Codice di Condotta dell’Associazione.

 

Frequenza di corsi in materie umanistiche della durata minima complessiva di 50 ore.

Come previsto dall’art. 3 dello Statuto, nel caso di laurea vecchio ordinamento o magistrale in cui non siano stati svolti almeno 5 esami nelle discipline previste nell’art. 3, è richiesta la frequenza di corsi in materie umanistiche della durata minima complessiva di 50 ore, con il seguente programma:

– Comunicazione e linguaggio:

– Lo sviluppo del linguaggio;

– La comprensione del linguaggio;

– La produzione del linguaggio;

– La memoria:

– I sistemi di memoria;

– Memoria semantica e categorizzazione;

– Memorie non coscienti;

– Decisione, ragionamento e creatività:

– Decisioni intuitive e decisioni razionali;

– Il ragionamento deduttivo e quello probabilistico;

– Problem solving e creatività.

 

Frequenza di corsi in materie umanistiche della durata minima complessiva di 150 ore.

Come previsto dall’art. 20 Norme Transitorie dello Statuto, relativamente alle Categorie di Studio, dell’Elenco Professionale interno all’Associazione:

  • “Studente di Coaching”;
  • “Coach – livello base”;
  • “Coach – livello avanzato”;
  • “Coach” (con relativo indirizzo di specializzazione es. Life Coach, Business Coach…);
  • “Docente di Coaching”;

nel caso di assenza del titolo di studio richiesto e in presenza degli altri requisiti previsti, l’Associato deve sostenere corsi integrativi per poter accedere alla corrispondente Categoria di Studio dell’Elenco Professionale interno all’Associazione. I corsi integrativi prevedono lo studio in discipline umanistiche con il seguente programma:

 

– Pensiero e intelligenza:

– L’evoluzione dell’intelligenza;

– Intelligenza e processi cognitivi;

– Pensare con i numeri;

– Sensazione e percezione:

– I processi sensoriali;

– I processi percettivi di base;

– Riconoscimento di oggetti;

– Attenzione, coscienza e azione:

– Il concetto di attenzione;

– Il ruolo della coscienza;

– Percepire per agire;

– Emozioni e affetti:

– Cosa sono le emozioni;

– Il lessico emozionale;

– Lo sviluppo delle emozioni;

– Apprendimento ed esperienza:

– Le teorie sull’apprendimento;

– L’apprendimento nelle reti neurali;

– Apprendimento e memoria;

– La motivazione:

– Le teorie della motivazione;

– La motivazione alla riuscita;

– Motivazione e autostima;

– Comunicazione e linguaggio:

– Lo sviluppo del linguaggio;

– La comprensione del linguaggio;

– La produzione del linguaggio;

– La memoria:

– I sistemi di memoria;

– Memoria semantica e categorizzazione;

– Memorie non coscienti;

– Decisione, ragionamento e creatività:

– Decisioni intuitive e decisioni razionali;

– Il ragionamento deduttivo e quello probabilistico;

– Problem solving e creatività.

 

La partecipazione ai corsi in materie umanistiche della durata minima complessiva di 50 o 150 ore prima menzionati, deve avvenire con la presenza fisica in aula e/o in modalità E-learning.

 

Formazione Permanente

Per il mantenimento della Categoria di Studio, dell’Elenco Professionale interno all’Associazione, come previsto dall’art. 3 dello Statuto, l’Associato deve frequentare corsi di aggiornamento professionale annuale. Il programma dei corsi sarà deciso annualmente dal Consiglio Direttivo Nazionale su proposta della Commissione Tecnico-Scientifica. I docenti saranno nominati dal Consiglio Direttivo, su indicazione della Commissione Tecnico-Scientifica tra coloro che hanno i titoli richiesti dallo Statuto.

I corsi di aggiornamento devono vertere sui seguenti argomenti di seguito descritti.

Per le seguenti Categorie di Studio:

  • “Coach – livello base”;
  • “Coach – livello avanzato”;
  • “Coach” (con relativo indirizzo di specializzazione es. Life Coach, Business Coach…);
  • “Docente di Coaching”;
  • “Professionista del Coaching”;
  • “Formatore in Coaching”;

è previsto:

–     80% delle ore complessive, stabilite per la formazione obbligatoria annuale, dedicato allo studio sull’uso delle tecniche avanzate del Coaching;

–     20% delle ore complessive, stabilite per la formazione obbligatoria annuale, dedicato all’esame degli aspetti legali nazionali e comunitari della professione e alle attività istituzionali promosse dall’Associazione Professionale Nazionale del Coaching;

 

Per la Categoria di Studio:

  • “Studente di Coaching”;

è stato previsto:

  • 100% delle ore complessive, stabilite per la formazione obbligatoria annuale, dedicato allo studio sull’uso delle tecniche di base del Coaching e alle attività istituzionali promosse dall’Associazione Professionale Nazionale del Coaching.

 

Il Consiglio Direttivo Nazionale di concerto con la Segreteria Nazionale e la Commissione Tecnico-Scientifica promuovono attraverso l’attività istituzionale dell’Associazione ed il contributo attivo dei propri Associati la valorizzazione della categoria professionale del Coaching.

Pertanto, rientra nel computo complessivo delle ore obbligatorie previste per la Formazione Permanente la partecipazione attiva alle iniziative di studio e attività istituzionali promosse dall’Associazione Professionale Nazionale del Coaching.

Ogni attività istituzionale ed equivalenti ore riconosciute ai fini della Formazione Permanente annuale viene comunicata sul sito dell’Associazione e/o via mail ad ogni Associato con congruo preavviso.

 

 

ALLEGATO Lettera A)

 

Quota associativa annuale d’iscrizione.

 

Con delibera del Consiglio Direttivo Nazionale datata 22 Dicembre 2017, la quota associativa d’iscrizione all’Associazione Professionale Nazionale del Coaching, per l’anno 2018,  è stata fissata in € 299,00.